Intervista a Valentina Sagnibene

Oggi parleremo con un’autrice esordiente che ha pubblicato con una casa editrice molto attiva nel panorama dello scouting di giovani autori italiani. Valentina Sagnibene ha pubblicato con la Prospero Editore il romanzo fantasy Anemos.

D: Prima di tutto, quali generi ti piacciono? I tuoi autori preferiti?

In realtà ho imparato a leggere un po’ di tutto: preferisco essere versatile anche nella lettura, cercando di partire sempre senza pregiudizi, cosa che in realtà non riesco a fare ogni volta. In generale comunque è stato il fantasy ad avvicinarmi alla letteratura: in particolare la saga di Harry Potter con la Rowling ( rileggerei a vita i suoi libri). Per il resto cito gli autori che in qualche modo mi hanno cambiata: ho amato Italo Calvino, soprattutto la sua trilogia “ Il cavaliere inesistente”, “ il barone rampante” e il “visconte dimezzato”; Elio Vittorini con “ Uomini e No”, Zafon, Tabucchi sono gli scrittori che, più di altri, mi hanno fatto riflettere e avvicinarmi alla letteratura come rappresentazione della realtà più concreta di altre raffigurazioni.

D: Quando hai iniziato a scrivere? 

All’età di cinque anni facevo disperare mio padre perché volevo imparare a leggere e scrivere fin da subito! Quando ci penso ancora rido. Durante gli anni delle elementari scrivevo moltissimo, soprattutto storie fantastiche che alimentando la mia fantasia accentuavano la mia goffaggine e ingenuità. Alle superiori, una volta scelto il Liceo delle Scienze Sociali invece del Classico, ho avuto un crollo: l’unica cosa che scrivevo erano relazioni da presentare a convegni. Poi per fortuna, ho capito che la mia passione per le lettere era sempre stata lì, assopita: due anni fa finalmente ho ricominciato a scrivere.

D: Ci puoi parlare del tuo libro? A cosa ti sei ispirata?

Il mio libro è un fantasy per ragazzi: ho sempre pensato che se mai fossi giunta a scrivere un romanzo, esso sarebbe stato di genere fantastico, come omaggio personale. A cosa mi sono ispirata? Innanzitutto alla voglia di raccontare la storia di un altro mondo che nelle sue dinamiche corrotte e contraddittorie si avvicinasse al nostro. In realtà ho riportato nel mio libro anche alcuni elementi autobiografici; ad un certo punto mi sono ritrovata nella condizione di aver bisogno di scrivere alcune cose, rileggerle con un po’ di distanza, rappresentarle nella mia mente per superarle. Ma ho deciso di buttarle nel fantastico, nella speranza di creare qualcosa di originale ripercorrendo i canoni del genere: un mondo da salvare, magia e combattimenti, personaggi stravaganti dotati di una certa complessità. E in questa storia, la storia di un’amicizia.

D: Come sei arrivata alla Prospero editrice? In precedenza avevi inviato il manoscritto ad altre case editrici e/o agenzie?

Sono arrivata alla Prospero Editrice, nata da poco più di un anno occupandosi esclusivamente di ebook, tramite il grande sito Writer’s Dream, che ho scoperto a settembre quando, una volta terminato il romanzo e con poche speranze di vederlo mai davvero pubblicato, ero in cerca di case editrici che non chiedessero contributi agli autori; trasparenza ed onestà insomma, anche perché mi sentivo completamente impreparata ad affrontare un mondo complesso come quello dell’editoria. In precedenza avevo mandato il mio manoscritto a qualche altra casa editrice, mai a quelle grosse ovviamente, ma la Prospero è stata la prima a dirmi di sì, con mia immensa gioia. Per quanto riguarda le agenzie no, non ne ho mai contatta nessuna.

D: Come ti sei trovata come distribuzione e pubblicità?

Inizialmente la Prospero distribuiva i suoi libri solo sul proprio sito, cercando così di creare una rete di persone tramite l’apporto di ciascun autore; l’idea non mi dispiaceva affatto. Poi la sua visibilità è aumentata con nostra grande soddisfazione e così è riuscita ad avere contratti più importanti; ora ci troviamo sulle librerie nazionali! Per quanto riguarda la pubblicità è la parte più difficile, soprattutto perché il mio carattere è lontano dalle dinamiche della promozione e così faccio un po’ fatica ad autopromuovermi. E poi sembra sempre di non riuscire a raggiungere davvero il pubblico di lettori… comunque per adesso, oltre alla tua gentile intervista, sono in arrivo altre recensioni, un’intervista presso la Prospero, promozione tramite radio e giornali locali.

D: Un esordiente deve puntare su copertine a effetto! Chi é il tuo disegnatore?

Esatto, importantissimo per noi esordienti sono le copertine! Spero che la mia possa in qualche modo attirare lo sguardo dei lettori in cerca di “nuove prede”; in fondo è il primo passo. Il mio disegnatore è Peter Svec è sia lui che il redattore hanno avuto molta pazienza nei miei confronti! Sono un’insicura nata!

D: Quando uscirà il tuo prossimo libro? 
Non vedo l’ora di finire gli esami e poter ricominciare a scrivere senza fretta o ansia della sessione esami… perciò prendo questa domanda come un felice augurio!

D: Hai un agente oppure ti rappresenti grazie ai tuoi libri?
Nessun agente ovviamente, continuo ad essere solo un’autrice esordiente fra mille che vorrebbe fare della sua scrittura una vera occupazione. E’ il mio libro per il momento a rappresentarmi, sia nei miei pochi pregi che nei miei mille difetti!

D: Cosa consiglieresti a un giovane esordiente? Quali passi dovrebbe fare?

Umiltà e autocritica sono elementi fondamentali secondo me. Troppo spesso oggi assistiamo a autori che si considerano già arrivati, o che reputano le loro opere intoccabili; niente di più sbagliato. Crescere, maturare prima come persone e poi come scrittori, e tenere ben presente che ci sarà sempre qualcuno che potrà insegnarci qualcosa perché non si smette mai di imparare. In ogni caso, dopo aver scritto l’opera bisogna rivalutarla attentamente e con distacco, in modo da presentarla alle varie CE nel miglior modo possibile; detto questo scegliere con consapevolezza quelle più vicine al proprio genere, e non inviare, nel rispetto del loro lavoro, il proprio manoscritto a casaccio! Infine avere molta pazienza, e non perdere mai la speranza. Con la Prospero è successo proprio così.

D: sei soddisfatta della strada intrapresa? Le vendite corrispondono alle tue aspettative?

Sfido a trovare uno scrittore esordiente che non sia fiero della sua pubblicazione! Sono molto soddisfatta sì, sia perché ho trovato una CE  onesta e trasparente senza dover scendere a compromessi, sia perché mi è stata data una bellissima opportunità. Questa esperienza è stata prova per una maturazione personale che mi ha portato ad una maggiore consapevolezza dei miei limiti e del tanto lavoro che ho ancora da fare. Ma mi ha dato anche moltissima gioia; le vendite per ora corrispondono alle aspettative ma vorrei davvero riuscire ad arrivare ad un pubblico più ampio, riuscire in qualche modo a farmi conoscere. Avere dei lettori significherebbe far vivere davvero i miei personaggi, e dare a me stessa una possibilità.

 

Per tutte le informazioni su questo originalissimo libro potete cliccare qui: 

Prezzo E-book: 4,99

Codice ISBN: 978-88-98419-07-4

Acquistalo su: Prospero Editore, Bookrepublic, Inmondadori, La Feltrinelli 

Per contattare l’autrice:  Facebook

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Intervista a Valentina Sagnibene

  1. Priscageddon ha detto:

    No, davvero: io farei rifare la cover… Ma proprio di brutto.

    Nonostante ciò, interessante intervista. Forse ho anche capito chi è (Tina?). C’è da specificare, come ho già fatto nella discussione del Writer’s Dream, che per collaborare con questa CE è necessario essere reperibili attraverso Skype.
    A saperlo, alcuni possono evitare di spedire manoscritti e sperare inutilmente. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...